Delitto on-line stile inglese L'Erede

Delitto online: PARTECIPA ALLA 1° RAPPRESENTAZIONE CON DELITTO ON- LINE PER TRASCORRERE UN PO DI TEMPO TRA DIVERTIMENTO MISTERO E ARTE! ESCLUSIVAMENTE DAL PC DI CASA VOSTRA ! CHIEDI INFORMAZIONI AL 3387981020 NB.: è possibile organizzare giochi con delitto a tema personalizzati, in giorni e orari concordati per piccoli gruppi a partire da 6 partecipanti. 

8,00 € 15,00 €
Please select variants first

Trama
L'Erede
Lord Alfred illustre imprenditore londinese con quel suo fare decisamente fuori moda l'orologio da taschino i baffi all'insù e le basette in troppo lunghe conosciuto ed amato da tutti viene ritrovato morto
Il corpo giace sul suo letto come se fosse addormentato con tanto di scarpe lucide e il cilindro sulla testa accanto al cadavere non vi e nulla che faccia pensare ad un omicidio sembra che l'uomo di sia semplicemente addormentato eppure il detective Dantes è convinto che qualcosa non quadra la vittima era in salute e non mostrava segni di squilibrio che avrebbero portato a pensare ad un suicidio ma quello che più lasciava riflettere sulla sua prematura morte era la lettura del testamento che l'uomo avrebbe dovuto fare di li a qualche giorno.
La famiglia dell'uomo era in fermento per quest'avvenimento l'armonia che regnava tra i possibili erediti era svanita si era generata un aria di odio e di tutti contro tutti!
Soprattutto dall'arrivo di "Carolina" la giovane che aveva adottato la vittima pochi anni prima all'insaputa dei familiari !
Lei non era il loro sangue !
A lei non toccava nulla era chiaro!
Ma non secondo Alfred che l'aveva inserita nel testamento come tutti gli altri!
Nella casa dove era stato trovato il corpo all'arrivo della polizia inglese vi erano:
1. Fernanda ( Sorella della vittima economicamente in banca rotta e pieno di debiti)
2. Carolina ( l'italiana adottata di nascosto della famiglia dalla vittima)
3. Florence ( la moglie del primo figlio della vittima morto in circostanze misteriose)
Chi di loro avrà ucciso l'insolito Alfred ?
E soprattutto perchè?